Che nome per i figli


nome-figli
Con la nuova legge rimane il divieto di assegnare il nome di padre, sorella, fratelli, viventi e nomi ridicoli e vergognosi. Però nella vecchia legge…Se il dichiarante intende dare al bambino un nome in violazione del divieto stabilito nel comma primo, l'ufficiale dello stato civile, lo avverte del divieto e, se il dichiarante persiste nella sua determinazione, impone egli stesso il nome al bambino.Oggi invece …Se il dichiarante intende dare al bambino un nome in violazione del divieto stabilito nel comma 1 o in violazione delle indicazioni del comma 2, l'ufficiale dello stato civile lo avverte del divieto, e, se il dichiarante persiste nella sua determinazione, riceve la dichiarazione, forma l'atto di nascita e, informandone il dichiarante, ne dà immediatamente notizia al procuratore della Repubblica ai fini del proponimento del giudizio di rettificazione. Se però il procuratore della repubblica non interviene, il genitore che non è d accordo con il nome che l altro genitore ha fatto assegnare al figlio può ricorrere con un istanza alla prefettura. Insomma, a prescindere dalla maggiore libertà concessa dalla legge vigente, non sarebbe meglio che a essere presenti alla registrazione del nome del figlio, ove possibile, fossero presenti entrambi i genitori?!!!

Matrimonio Arte consiglia: