raccontare
Raccontare
Prima, durante e dopo il fatidico “sì” sono tante le cose da raccontare. Questo spazio è a vostra disposizione. Prendete l’ispirazione, MA SOLO QUELLA, da ricordi vivaci e simpatici, da qualche piccolo incidente di percorso su cui poi avete riso, da momenti di infinita tenerezza e commozione, da riflessioni sulla vostra vita di coppia sollecitate dal magico evento. Prendete solo lo spunto e poi date sfogo alla vostra vena narrativa facendo in modo che personaggi e luoghi non siano identificabili. Insomma che OGNI RIFERIMENTO ALLA REALTÀ SIA PURAMENTE CASUALE.
riga

Ciao Mara


298r3595_xs
Ciao, sono la tua amica Mara, ultima e-mail da nubile, domani mi sposo!
Lo so che lo sai, mi farai da testimone perbacco! Tutte le volte che scherzando tra noi mi avevi detto... vedrai che non ti sposerai mai, e io ti avevo risposto (scherzando ancora di più, o almeno cosi credevo)... vedrai che prima o poi ci casco e tu mi farai da testimone. Ne è passato di tempo eh!, da quando facevamo le scuole medie? Mi sembra ieri quando preparavamo insieme gli esami di maturità e scherzavamo sulla faccenda nella tua casa al mare. Preparare gli esami?, io mi ricordo solo lunghe discussioni su quello che sarebbe stato l'uomo della nostra vita. L'uomo! Ma mai il “marito”, se ben ricordi. Quando eravamo appena adolescenti, negli anni settanta, il nostro prototipo di maschio aveva occhiali, barba e voglia di rivoluzione ma in quella estate a metà degli anni ottanta cominciammo a virare anche su discorsi riguardanti l'aspetto fisico. Bello e prestante innanzitutto. Evidentemente siamo due che cambiano idea. Guarda me!, domani il SI' lo vado addirittura a pronunciare sull'altare. Negli ultimi tempi ho smesso di confrontare le mie scelte con le tue. Sarà per tutti i preparativi al matrimonio che ho dovuto affrontare o forse perché ho capito che non potevamo vivere all'infinito due vite parallele, fatto sta che stasera mi sento veramente sola con me stessa, anche se il mio lui dorme nella stanza a fianco sereno e imperturbabile. Ma che dici... anzi mi dico, non lo è forse troppo, imperturbabile? Dopotutto sono stata io a insistere per questo matrimonio, ho quarantanni... la voglia di un figlio... insomma sai di cosa parlo.

Anche io so di cosa parlo, ovviamente, ma è che non sono preparata all'idea, o meglio pensavo che sarebbe tutto venuto da sé e invece... Non che io abbia dei dubbi, però è difficile spiegarlo. È come se il mio passato si sovrapponesse al presente, ma non per metterlo in dubbio, no non direi, ma è come se quello che farò domani non sia la conclusione di qualcosa, e nemmeno il grandioso inizio di qualcos'altro. No, al contrario, tutto in verità mi sembra un capitolo a sé stante della mia vita. Senza passato e senza futuro. Come se un giorno se ne dovesse aprire un altro di capitolo. E poi un altro e così via. E lui? Ci sarà sempre? Sarà questa storia della vita biologica che si è allungata! Scherzo, scherzo! Ma davvero non saprei, però è così che mi sento. Allora ascolta facciamo un cosa, prendiamo il toro per le corna, aiutami se puoi. Mischiamoli questi capitoli, così magari anche la mia percezione della vita si omogenizza un po' e io sfuggo da questo senso di frammentazione, da questi che mi viene da chiamare capitoli. Domani durante il ricevimento fatti coraggio e leggi davanti a tutti questo mio componimento, e vediamo se questa pubblica lettura mi sarà d'aiuto. Leggi cosa mi è venuto da scrivere e da far ascoltare a tutti gli invitati attraverso la tua voce, mia cara amica Stefania!

Oggi la mia amica Mara
all'età di 92 anni
è diventata bisnonna.

Oggi Mara ha imparato
prima di me
a fare i lacci alle scarpe.

Oggi Mara, le scarpe,
ha imparato finalmente
che bisogna lucidarle
almeno quando si va ad una festa.

Oggi Mara
all'età di 70 anni
è diventata nonna.

Oggi Mara ha lasciato,
l'amico di mio cugino,
quello che parla solo di pallone,
ad aspettarla sotto l'ombrellone per un giorno intero
dopo avergli detto:
“Torno in cabina per cambiarmi il costume e mettermene uno più serio, più il linea con i tuoi discorsi
così profondi “
E poi ha fatto l'autostop per tornare al più presto a casa.

Oggi Mara all'età di 41 anni
è diventata mamma

Oggi la mia amica Mara,
a 46 anni,
ha deciso di separarsi

Oggi Mara mi ha telefonato
e mi ha detto:
“Mi risposo di nuovo con lo stesso uomo”

Oggi Mara, a 50 anni,
ha ancora i capelli neri,
l'umore sempre rosa
e il naso appena rifatto.

Oggi si sposa la mia amica Mara
e io le faccio tanti auguri.

Lo staff di Matrimonioarte

Come inviare i vostri Racconti

Matrimonio Arte consiglia: