raccontare
Raccontare
Prima, durante e dopo il fatidico “sì” sono tante le cose da raccontare. Questo spazio è a vostra disposizione. Prendete l’ispirazione, MA SOLO QUELLA, da ricordi vivaci e simpatici, da qualche piccolo incidente di percorso su cui poi avete riso, da momenti di infinita tenerezza e commozione, da riflessioni sulla vostra vita di coppia sollecitate dal magico evento. Prendete solo lo spunto e poi date sfogo alla vostra vena narrativa facendo in modo che personaggi e luoghi non siano identificabili. Insomma che OGNI RIFERIMENTO ALLA REALTÀ SIA PURAMENTE CASUALE.
riga

Viaggio di Nozze in Perù


936r3114_xs
Sognavamo di visitare il Perù da tempo… quale migliore occasione del viaggio di nozze, abbiamo pensato ingenuamente qualche mese prima della data del matrimonio!
Amici, genitori e colleghi hanno sempre manifestato le proprie remore, pur essendo ovviamente d’accordo con noi sul fascino e la bellezza della meta. Ci dicevano:“Ma siete proprio certi di voler affrontare un viaggio così faticoso, subito dopo gli sforzi titanici e le forti emozioni del matrimonio??? Non sarebbe più consono un viaggio, almeno in questa circostanza, meno impegnativo e più rilassante???” Ma noi non siamo amanti dei viaggi “lettino sotto la palma” e ostinatamente e coerentemente abbiamo portato avanti la nostra idea del Perù. Il 7 giugno sera ci siamo sposati e il 9 mattina all’alba siamo decollati alla volta di Lima. Dobbiamo ammettere che eravamo privi di forze già in partenza, anche se immersi in quella stupenda fase onirica in cui si ripercorrono continuamente con la mente i giorni immediatamente precedenti la data del matrimonio e, chiaramente, il giorno del grande sì. Perciò le nostre svariate ore in aereo sono trascorse in fretta tra ricordi, risate, sguardi sdolcinati e qualche sonnellino. Arrivati a Lima eravamo distrutti… l’esigenza di dormire superava qualunque altro bisogno… ma lì, date le sette ore di fuso di differenza, era ancora pomeriggio… e per non correre il rischio di rimanere per giorni storditi dovevamo resistere!!! Il nostro viaggio è durato tre settimane. Abbiamo fatto complessivamente 11 voli, moltissimi spostamenti via terra con tutti i mezzi possibili, conosciuto tutti i climi del luogo, visitato circa 25 siti archeologici, raggiunto un’altitudine di tutto rispetto (poco più di 5000 metri), visto animali di ogni specie, ammirato una natura strepitosa, grandiosa e spesso ostile, assaggiato ogni piatto tipico e ogni bevanda, chiacchierato con la gente del luogo, scattato quasi 2000 foto… insomma un’esperienza davvero intensa! La sveglia oscillava quotidianamente tra le due e, quando eravamo proprio fortunati, le sei di mattina… il tutto si concludeva ogni giorno intorno alle sei del pomeriggio, quando oramai le forze venivano meno… Ma “necessità fa virtù”, per cui non nascondiamo che per ritemprarci qualche volta abbiamo anche dormito per dodici ore di seguito a partire dalle sei del pomeriggio!
Per quanto il nostro viaggio sia stato faticoso, lo rifaremmo, secondo le medesime modalità, altre 1000 volte! Lo stupore, la meraviglia, a volte quasi il turbamento di fronte a certi scorci, a certe tradizioni, a una natura, da un lato così generosa e straordinaria, dall’altro così ostile nei confronti dell’uomo, all’incontro quasi divino che in questa terra si è verificato tra l’uomo e l’ambiente circostante… insomma, tutto questo è una ricompensa grandiosa, una ricchezza incommensurabile, e un po’ di stanchezza a trent’anni non è certo un problema! A questo punto, però, dopo mesi di lavoro intenso, i preparativi del matrimonio e un viaggio di nozze come quello descritto, dobbiamo sinceramente ammettere che partiremmo anche subito per una meta “lettino sotto la palma”!!!

Come inviare i vostri Racconti

Matrimonio Arte consiglia: